Comune di Tito

Emergenza Coronavirus, solidarietà alimentare: criteri per l'erogazione

Avviso alla cittadinanza. Pubblicata la determina di approvazione dei criteri per l'erogazione dei buoni spesa, della social card e dei contributi dignità.

Con determinazione dirigenziale n.234 del 7 aprile 2020 sono stati approvati i criteri per l'erogazione delle misure di solidarietà alimentare e non a valere sulle risorse dell'ordinanza della Protezione Civile n. 658 del 29.03.2020 (buoni spesa), della DGR 251/2020 (social card) e di bilancio comunale (contributi dignità).

Criteri assegnazione buoni spesa

Valore dei buoni:
€100,00 per un nucleo composto da 1 sola persona
€200,00 per un nucleo composto da 2 persone;
€300,00 per un nucleo composto da 3 persone;
€350,00 per un nucleo composto da 4 persone;
€400,00 per un nucleo composto da 5 persone;
€450,00 per un nucleo composto da 6 persone;
€500,00 per un nucleo composto da 7 e più componenti;

I contributi di cui sopra saranno assegnati, previa istruttoria da parte dell'Ufficio Affari Generali e Servizi Sociali, secondo le seguenti priorità:

Priorità 1

  • persone che non sono titolari di alcun reddito o che lo hanno perso anche per effetto dei provvedimenti restrittivi dettati per il contenimento dell’emergenza sanitaria;
  • senza dimora;
  • persone e nuclei segnalate dai servizi sociali, non già in carico;
  • persone segnalate dai soggetti di Terzo Settore che si occupano di contrasto alla povertà e
    di disagio sociale;

Priorità 2

  • nuclei familiari monoreddito il cui titolare ha richiesto trattamento di sostegno al reddito o il datore di lavoro ha richiesto ammissione al trattamento di sostegno del reddito, ai sensi del D.L. 18/2020, o il datore di lavoro abbia sospeso e/o ridotto l’orario di lavoro per cause non riconducibili a responsabilità del lavoratore;
  • nuclei familiari con figli con lavoratore monoreddito in cassa integrazione o similare;
  • nuclei familiari con partite iva riconducibili a codice ateco esclusi dalle attività per decreto;
  • i soggetti e i nuclei familiari già in carico al Servizio Sociale per situazioni di criticità, fragilità, multiproblematicità (ovvero nuclei familiari in situazioni economiche tali da non poter soddisfare i bisogni primari dei minori; presenza nel nucleo familiare di disabilità permanenti associate a disagio economico; nuclei familiari con situazioni di patologie che determinano una situazione di disagio socioeconomico; persone senza dimora ecc);
  • i nuclei familiari beneficiari di Reddito di Inclusione o Reddito di Cittadinanza che fruiscono di un beneficio minore rispetto alla media (che è pari a 493 euro).

Sono previste maggiorazioni nel caso di presenza di minori o invalidi all'interno del nucleo familiare.

Criteri di assegnazione social card

Valore del contributo:
€100,00 per un nucleo composto da 1 sola persona
€200,00 per un nucleo composto da 2 persone;
€300,00 per un nucleo composto da 3 persone;
€350,00 per un nucleo composto da 4 persone;
€400,00 per un nucleo composto da 5 persone;
€450,00 per un nucleo composto da 6 persone;
€500,00 per un nucleo composto da 7 e più componenti

Requisiti di accesso, così come previsti dalla D.G.R. 215/2020:

  • Comprovata difficoltà economica derivante dal periodo emergenziale Covid-19;
  • assenza di forma di reddito almeno dal 1° primo gennaio 2020 e fino alla data di richiesta di accesso al fondo;
  • assenza di altre forme di sostegno al reddito e alla povertà erogati da Enti pubblici

Su questa misura saranno riconosciuti contributi per utenze domestiche la cui scadenza di pagamento sia successiva al 26.02.2020 (fino a un massimo dei valori sopra indicati).
Per riconoscere il contributo dovrà essere necessariamente acquisita, in fase di istruttoria, copia
della bolletta al fine di verificare:

  • la data di scadenza;
  • intestatario dell’utenza;
  • il riferimento all’utenza di residenza del nucleo familiare.

La mancata presentazione della prova di avvenuto pagamento sarà ostativa per la concessione di ulteriori contributi.
Sono previste maggiorazioni nel caso di presenza di minori o invalidi all'interno del nucleo familiare.

Criteri assegnazione contributi dignità

Valore del contributo:
€ 300,00 per situazioni di grave indigenza economica, con presenza di minori a carico, tale da non consentire di poter fronteggiare bisogni primari;
€ 250,00 per situazioni di indigenza economica, con presenza di portatori di handicap a carico, tale da consentire di fronteggiare con difficoltà ai bisogni primari;
€ 200,00 per situazioni di indigenza tale da fronteggiare con difficoltà i bisogni primari ma senza la presenza di minori e/o portatori di handicap a carico;
€ 150,00 per situazioni di indigenza economica temporanea, derivante dallo svolgimento di lavori
saltuari e/o non regolari.

Requisiti di accesso:

  • ISEE uguale o inferiore ad € 7.500,00 (in caso di ISEE superiore ad € 7.500,00 si valuterà la situazione reddituale attuale, derivata da perdita di lavoro, mobilità, cassa integrazione straordinaria, ordinaria o in deroga), che certifichi l’insufficienza del reddito familiare;
  • Presenza nel nucleo familiare di persone in tutto o in parte incapaci di provvedere a se stesse in modo autonomo;
  • Esistenza di circostanze particolari, anche temporanee, che comportino situazione a rischio di emarginazione per il nucleo familiare.

Le domande saranno istruite dall'Ufficio Affari Generali e dall'Ufficio Servizi Sociali al fine dell'erogazione dei contributi secondo i criteri di priorità stabiliti.
I valori dei contributi delle misure di cui sopra potranno variare in funzione delle risorse disponibili e del numero di domande ammissibili.
Le risorse al momento disponibili ammontano a:

  • BUONI SPESA (trasferimenti dello Stato): 62.363,12 €
  • SOCIAL CARD (trasferimenti regionali): 16.282,65 €
  • CONTRIBUTI DIGNITÀ (risorse di bilancio comunale): 18.000,00 €

Relativamente all’erogazione dei buoni spesa, la gestione avverrà sia in modalità elettronica sia cartacea.
Il beneficiario riceverà, al suo numero di telefono, un messaggio contenente le indicazioni, il valore del buono spesa concesso e un collegamento per l’utilizzo del Buono Spesa con la lista di tutti gli esercenti presso cui è spendibile lo stesso (in caso di mancato possesso di un telefono il buono spesa potrà essere stampato). Il beneficiario al momento dell’acquisto dovrà semplicemente esibire il codice QR del buono spesa assegnato e l’esercente provvederà allo scarico dello stesso.

Elenco delle attività presso le quali sono spendibili i buoni spesa (in aggiornamento)
MAG MARKET SAS di Michele Saganeiti - via Roma 171
PANIFICIO GIUZIO di Giuzio Michelina - via San Vito 29
PICK UP - via Sandro Pertini 6
LATTERIA SALVIA MARIA SAS - via Sandro Pertini 39 e Via Roma
PICERNO ANTONIO - vico VII V.Emanuele 2
ELETTROSISTEMI di Mario Satriano - via Roma 76
FRUTTA E VERDURA di Marino Teresa - via V. Emanuele 29
PARAFARMACIA GERARDI SNC - via S. Pertini
FARMACIA GERARDI - via V. Emanuele 55
ALIMENTARI LUONGO ANGELICA - l.go Convento 65
QUI DISCOUNT - via g. Rohlfs, 1
MONDO MARKET - via San Vito
LATTERIA TRIPALDI - via V.Emanuele 34
MD DISCOUNT - c.da Santa Loja snc
FARMACIA CATERINI - piazza Nassiriya 25
MACELLERIA FERMO ANTONIO - via Roma 6
BONTÀ DI GRANO PANIFICIO - via V. Emanuele 260
VISION OTTICA - via Roma 102
CAPECE SAVERIO - via Roma
EMPORIO DEL RISPARMIO - via San Vito 2
NEW PRICE - via San Vito
OTTICA 10DECIMI - c.da Santa Loya snc (Centro Agorà)
IPER POTENZA - c.da Santa Loya snc (Polo Acquisti Lucania)

Info
Comune di Tito 0971.796211

pdf Determina dirigenziale n 234/2020
pdf Criteri per l'erogazione delle misure di solidarietà alimentare per emergenza epidemiologica da Covid 19
pdf Disciplinare per la concessione buono spesa e social card
pdf Domec. Manuale operativo per la gestione dei buoni spesa
doc Modello adesione commerciante

Emergenza Coronavirus, conto corrente per donazioni

Il Comune di Tito ha attivato un conto corrente per donazioni al fine di promuovere azioni a beneficio delle famiglie in difficoltà per l'emergenza coronavirus. Le donazioni serviranno per acquisto beni di prima necessità, per il pagamento delle bollette, per ogni altra azione che aiuti chi ne ha bisogno. La causale da riportare nel bonifico è: "Erogazione liberale per emergenza coronavirus".
L'amministrazione comunale di Tito ringrazia anticipatamente tutti coloro che riterranno, attraverso il loro contributo, di sostenere la comunità titese in questo particolare momento.

Le coordinate bancarie:
Iban: IT24 N081 5442 2800 0000 0035 253
Bic: ICRAITRR4A0
Banca: Banca del Cilento di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania
Fil.: Filiale di Tito
Causale: Erogazione liberale per emergenza coronavirus

Detrazioni di imposta per chi effettua liberalità in denaro in favore dei comuni
L'art. 66 del d.l. 17 marzo 2020, n. 18 c.d. decreto "Cura Italia" ha previsto che per le erogazioni liberali in denaro, effettuate dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 spetta una detrazione dall'imposta lorda ai fini dell'imposta sul reddito pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro. Per le erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto all'emergenza epidemiologica da COVID-19, effettuate nell'anno 2020 dai soggetti titolari di reddito d'impresa, si applica l'art. 27 della legge 13 maggio 1999, n. 133.

Avviso per contributi dignità, buoni spesa, social card

coronavirus contributi dignita

L’amministrazione intende effettuare una mappatura dei nuclei familiari e dei cittadini titesi che, per effetto del Covid-19, si trovano in stato di bisogno e nei cui confronti potranno essere attivate le misure di sostegno di cui:
- buoni spesa ai sensi dell’Ordinanza della Protezione Civile n. 658 del 29 marzo 2020;
- al provvedimento regionale di attivazione della social card;
- al Regolamento del Comune di Tito per l’erogazione di contributi dignità una tantum.

Si invita, pertanto, il capofamiglia o l'interessato a compilare il modulo scaricabile da qui o ritirabile presso gli uffici comunali da restituire a mezzo mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure direttamente allo sportello dei servizi sociali presso il Municipio.
La compilazione del modulo non dà automatico diritto all’accesso al beneficio, che sarà comunque oggetto di istruttoria da parte degli uffici competenti.

Info
Comune di Tito 0971.796211
assist. sociale Filomena Salvia 0971.796207
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

doc Modulo di domanda per contributi dignità, buoni spesa, social card

Torna ad inizio pagina
©2008-2020 Comune di Tito - Realizzato da Generazione Zero / Webmega -Internet Solutions-